- Hotel Ristorante La Scottiglia

Vai ai contenuti

La Scottiglia
Nel 1890 a Pescina venne aperta la Locanda “Da Momo”; la Locanda accoglieva i viandanti che dalla Val d’Orcia salivano sul Monte Amiata per andare nei Paesi della Montagna e in Maremma. Il piatto tipico che si poteva trovare era la Scottiglia,  un piatto popolare dalle antiche tradizioni. Fu nel primo decennio del secolo scorso che il piatto subì una certa rivoluzione, sia per le mutate condizioni economiche sia per l’intraprendenza dei ristoratori locali, fra cui si ricorda la signora Vichi Palmira. La zuppa di carne si arricchì sempre di più trasformandosi da piatto povero a prelibatezza da veri intenditori. La “Zì Palmira“ era esperta di cucina in quanto aveva lavorato alcuni anni a servizio presso una famiglia di nobili. Tornata a casa pensò di ritoccare la vecchia ricetta della Scottiglia introducendovi altri tipi di carni e condendo il tutto con del buon olio extra vergine di “Olivastra Seggianese“. Nacque così  la Scottiglia come noi oggi la conosciamo formata da una zuppa di carne di Maiale, Manzo, Tacchino e Pollo, leggermente piccante, sopra un letto di fette di pane raffermo. Nel 1972, in occasione del passaggio di consegne al nipote, Magini Delio, la vecchia trattoria “da Momo“ cambia nome e da allora si chiama “La Scottiglia“ in onore di quel piatto divenuto ormai simbolo della località. Dopo trenta anni di gestione con la moglie Adina in cucina, la figlia Noemi in sala aiutate dall’altra figlia Vanna in sala e dalla nuora Iris in cucina dal 2000 la Quinta Generazione della Famiglia porta avanti la tradizione …
Torna ai contenuti | Torna al menu